Cart summary

Your shopping cart is empty

Items in cart: 0
Total items: € 0,00

Go to cart
2020

«Ad consolationem legentium»

Il Marco Polo dei Domenicani


A cura di:

Maria Conte, Antonio Montefusco, Samuela Simion


Language: it


Pages: 234

Binding: Paperback

Dimensions: 16x23 cm


ISBN: 978-88-6969-440-0

30,00 Tax Included
For purchases from libraries and bookstores, click here

The item has been added to your cart

Go to cart

You have reached the maximum quantity that can be added to the cart

Go to cart

Shipping: FREE

Fin dall’inizio del Trecento i Domenicani dedicano una speciale attenzione al Devisement dou monde di Marco Polo e Rustichello da Pisa, intuendone il valore scientifico e le potenzialità come strumento per l’evangelizzazione dell’Asia. Mediante una stratificata opera di traduzione e talvolta di riscrittura, l’Ordine si appropria del libro, modificandone in parte pubblico e ruolo e promuovendo il suo autore, sebbene laico, ad auctoritas. Avvalendosi di più metodi di indagine (filologico-linguistico, storico-culturale, archivistico-documentario), i contributi raccolti in questo volume offrono una rappresentazione del rapporto tra Marco Polo e i Predicatori. Il primo frutto di queste ricerche è il ritrovamento di una pergamena custodita presso l’Archivio di Stato di Venezia che certifica definitivamente la presenza di un rapporto diretto tra Marco Polo e i frati del convento dei SS. Giovanni e Paolo, centro di rilievo, legato alla cultura laica da una fitta rete di rapporti che si estende a figure di spicco del preumanesimo veneto. Il secondo livello d’indagine riguarda l’opera del frate Francesco Pipino da Bologna, che con la versione P e il Chronicon assicura al testo di Marco un successo internazionale e di lunga durata.